Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questa informativa sull'utilizzo dei cookies sul sito web www.codedibosco.it è resa all'utente in attuazione del provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014 "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" e nel rispetto dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679 in materia di protezione di dati personali.

L'informativa è predisposta e aggiornata dal Coro Code di Bosco, gestore del sito web e Titolare del trattamento di dati personali a esso connesso, con sede in Via Pola, 10 - 31010 ORSAGO (TV).

Ogni ulteriore richiesta circa l'utilizzo dei cookies nel presente sito web può essere inviata all'indirizzo email info@codedibosco.it.

Puoi utilizzare lo stesso indirizzo per esercitare in qualsiasi momento i diritti che il Regolamento ti attribuisce in qualità di interessato (art. 15 del Regolamento: ad esempio, accesso, cancellazione, aggiornamento, rettificazione, integrazione, ecc.), nonché per chiedere l'elenco aggiornato dei Responsabili del trattamento eventualmente designati.

I tuoi dati personali sono trattati in ogni caso da specifici incaricati del titolare e non sono comunicati né diffusi.

 

INFORMATIVA SULL'USO DEI COOKIES

CHE COSA SONO I COOKIES?

I cookies sono stringhe di testo di piccola dimensione che un sito web può inviare, durante la navigazione, al tuo dispositivo (sia esso un pc, un notebook, uno smartphone, un tablet; di norma sono conservati direttamente sul browser utilizzato per la navigazione). Lo stesso sito web che li ha trasmessi, poi può leggere e registrare i cookies che si trovano sullo stesso dispositivo per ottenere informazioni di vario tipo. Quali? Per ogni tipo di cookie c'è un ruolo ben definito.

QUANTI TIPI DI COOKIE ESISTONO?

Esistono due macro-categorie fondamentali, con caratteristiche diverse: cookies tecnici e cookies di profilazione. I cookies tecnici sono generalmente necessari per il corretto funzionamento del sito web e per permettere la navigazione; senza di essi potresti non essere in grado di visualizzare correttamente le pagine oppure di utilizzare alcuni servizi. Per esempio, un cookie tecnico è indispensabile per mantenere l'utente collegato durante tutta la visita a un sito web, oppure per memorizzare le impostazioni della lingua, della visualizzazione, e così via.

I cookies tecnici possono essere ulteriormente distinti in:

cookies di navigazione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate);

cookies analytics, assimilati ai cookie tecnici solo laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

cookies di profilazione sono più sofisticati! Questi cookie hanno il compito di profilare l'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso durante la sua navigazione.

QUALI COOKIE UTILIZZA QUESTO SITO?

Utilizziamo solo cookies tecnici, finalizzati a garantire il corretto funzionamento del nostro sito, come Google Analytics.

Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google, attraverso il rilascio sul Vostro terminale di appositi cookies che vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito.

Questi cookies possono essere inviati dal fornitore dello strumento, ma sono utilizzati solo per scopi legati al sito.

Cookie di Google Analytics

Cookie di Google

Se preferisci che Google Analytics non utilizzi i dati raccolti in nessun modo puoi modificare la configurazione di ogni browser in modo diverso. Essa è descritta nel menu di aiuto del Vostro browser, che Vi permetterà di conoscere il modo in cui cambiare le Vostre scelte riguardo i cookies.

Edge / Internet Explorer™: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies

Safari™:http://www.apple.com/it/support/

Chrome™:https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it&hlrm=en

Firefox™:http://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie

Opera™:http://help.opera.com/Windows/10.20/it/cookies.html ecc.

I cookies di Google Analytics possono anche essere rifiutati anche seguendo la procedura indicata da Google (https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it).

Il mancato rifiuto dei cookies di Google implica consenso al trattamento dei dati dell’Utente da parte di Google, per le modalità e finalità sopraindicate. Per consultare l'informativa privacy relativa al servizio Google Analytics, si prega di visitare il relativo sito.

Il nostro sito rimarrà comunque pienamente fruibile anche laddove abbiate deciso di disattivare la funzione di monitoraggio. Per un opt-out permanente, il browser deve accettare cookies permanenti. Se il Vostro browser non accetta i cookies permanenti, allora non è tecnicamente possibile registrare l’opt-out. Si prega di utilizzare le funzionalità del proprio browser per disattivare il monitoraggio (si veda in proposito il sitowww.allaboutcookies.org).

Per eliminare i cookie dal browser Internet del proprio smartphone/tablet, è necessario anche fare riferimento al manuale d'uso del dispositivo.

----------------------------

Widget Google Map

Il sito incorpora il widget di Google Map con la mappa dell'attività e tale servizio comporta l’installazione di cookie da Google. Nessuna informazione viene invece condivisa dal sito in cui il widget è incorporato. Per maggiori informazioni, anche sulla disattivazione di tali cookie, si consiglia di consultare il seguente link: https://www.google.com/intl/it_it/policies/privacy/

 

Attività

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
I CASI SONO DUE... a 100 anni da Sarajevo
21:00
Spettacolo teatrale sulla Grande Guerra a cura della Compagnia Vittoriese del Teatro Veneto e il coro Code di Bosco su testo di Maria Cavasin e Silvia Bevilacqua. Per raccontare la
Data : Sabato 1 Dicembre 2018
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
24
25
26
27
28
29
30
31

Ultime visite...

Concerto per il trentennale
Ancora reduce dalle emozioni del concerto per il v...
Lunedì, 29 Ottobre 2018
Ciao
Ciao all, Just a short message to say it was a...
Mercoledì, 27 Giugno 2018

Ultimi commenti

  • 41^ Rassegna Corale di Primavera - Castelfranco Veneto (TV)

    Sergio 13.03.2018 12:00
    RE: 41^ Rassegna Corale di Primavera - Castelfranco
    Che bello, finalmente avrò l'occasione di sentirvi dal vivo. A sabato allora.
     
  • Concerto per il 10 anniversario del coro CAI VALLE IMAGNA

    ToniP 17.10.2016 14:58
    RE: I migliori che abbia mai sentito
    Troppa grazia... poi rischiamo di montarci la testa. Ci basta divertirci e far divertire. Grazie :-)
     
  • Concerto per il 10 anniversario del coro CAI VALLE IMAGNA

    Alberto 13.10.2016 17:52
    I migliori che abbia mai sentito
    Giuro, un suono come il vostro non l'ho mai sentito. grazie per la vostra soave, dolce e schietta ...

cantopopolareIl canto popolare vive una sua storia complicata e tortuosa.
L’origine di moltissimi canti tradizionali si perde nella notte dei tempi: non si sa, né si saprà mai, chi ne è stato l’autore, o se mai ve ne sia stato uno in particolare. L’interesse per le espressioni popolari è fenomeno relativamente recente. Per molto tempo è stata considerata materia vile e priva di interesse artistico. Pertanto, quando specialisti di ogni paese si sono dedicati alla ricerca sulle origini, le fonti e la diffusione del canto popolare, si sono presentate molte difficoltà perché, proprio in conseguenza di quel completo disinteresse che le generazioni passate hanno mostrato, si è creato un vuoto di documentazione. 

Questa situazione vale però per l’Italia e non può essere generalizzata.

La seconda difficoltà è data dal processo di modificazioni, fusioni, trasformazioni a volte anche radicali che questi canti hanno subito, nel tempo, attraverso la trasmissione orale e l’adattamento a gruppi etnici diversi. Ecco perché, come per le favole, si trovano in regioni lontanissime tra loro canti simili, differenziati nella forma, ma ispirati allo stesso tema.

A permettere la diffusione di tanti canti dalla contrada natia ad altre genti e paesi è stata indubbiamente l’universalità dei sentimenti espressi, al di là dei fatti di cronaca da cui essi hanno tratto spunto. Il tempo ha provveduto ad eliminare le sovrastrutture legate al gusto di un’epoca, conservandoci linee melodiche che traggono valore dalla semplicità e dai versi di efficace essenzialità poetica.
I canti delle vallate, sparsi tra le varie regioni montane, sono numerosissimi e di alcuni esistono più versioni, a seconda dei dialetti e delle epoche nelle quali la tradizione popolare modificava o aggiungeva o semplicemente aggiornava i testi e le melodie. Nel caso dei canti di montagna c’è stata un’influenza della Francia ed in particolare dei Valdesi. E’ curioso constatare come molti tra i canti piemontesi più noti abbiano oltr’alpe un preciso corrispondente.

Sicuramente già con il Risorgimento l’esigenza di affermare l’italianità attraverso il canto era molto forte: alcuni canti fondamentali della nostra storia (basti pensare all’inno di Mameli) hanno avuto origine in quel momento. E’ però la prima guerra mondiale a codificare in qualche modo la nascita di questo genere musicale così particolare. Da questo momento i canti di montagna iniziano un cammino autonomo che non si è più fermato.

Dobbiamo arrivare ad un’epoca successiva perché questo patrimonio musicale possa essere catalogato, anche attraverso armonizzazioni per coro a quattro voci maschili grazie al coro della SAT di Trento.
Loro furono modelli per tanti altri cori che impararono così a conoscere, ad amare e diffondere, le ricchezze di un tesoro di musica e poesia uscito dall’ombra.

[tratto dal “ Canzoniere” del coro Monte Cauriol, adattamento di Aline Fiorot]

Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter