dovenasce2

 

Alla fine ce l'abbiamo fatta, e l'abbiamo promosso (si fa per dire) in occasione del nostro itinerante di domenica scorsa, con una giornata splendida e la compagnia di più di 150, tra familiari e amici.

Abbiamo anche avuto modo di far vedere, in quest'ultimo itinerario (optato sul filo di lana - incombeva il cantiere dei lavori al Pojat), dove nasce il CDB e tutto è quadrato alla perfezione.

Questo nuovo album ha visto il coro cimentarsi in uno studio di registrazione vero. Provate ad immaginare quaranta migranti dentro a quel sacro luogo...

E' successo un po' di tutto, dal titolare dello studio che ci ha (simpaticamente) rimbrottati per aver messo la birra in fresca sulla sua fontana, fino al richiamo per residui odori molesti di vino e puzzone delle prealpi, autentiche firme del nostro passaggio e di avvenuta registrazione.

Ma il risultato forse premia tutti, in primis il personale del Fishbowl, Andrea Ghion e Matteo Ballarin, pazienti e bravissimi fonici e, naturalmente, il domatore Gilberto, che tra una direzione e l'altra, ha tenuto a bada le belve.

Il successivo (certosino) lavoro di aggiustamento, di taglia e cuci, di mixing e mastering, sotto la guida paziente di Andrea Posocco (casualmente pargolo di un nostro basso), ha finalmente trasformato una transumanza coristica in qualcosa di ascoltabile.

E' un CD che raccoglie le recenti fatiche (non tutte, purtroppo, ma si sta creando spazio per il prossimo, non ansiatevi) e che esalta il nostro modo di cantare, con i suoi pregi e i (tanti) difetti, ma chi finora l'ha ascoltato ci ha dato buoni motivi di soddisfazione.

Ringraziamo dunque quanti si sono prodigati nella riuscita di questo lavoro e attendiamo le vostre impressioni (di settembre). 

Ah, dimenticavamo, non poteva mancare la sorpresina finale, sul Documento di Trasporto della stamperia...

Che sia di buon auspicio?

 

DDT-CD

 

 

 

Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter